La riduzione del gas flaring potrebbe ridurre le emissioni in un modo ampio

La riduzione del gas flaring potrebbe ridurre le emissioni in un modo ampio

Secondo una nuova analisi, la combustione del gas indesiderato associato alla produzione di petrolio, chiamata "flaring", rappresenta la parte più carbon-intensive della produzione di petrolio.

Fino a quando fonti di energia rinnovabile come l'energia eolica o solare diventeranno più affidabili e meno costose, le persone in tutto il mondo rimarranno dipendenti dai combustibili fossili per i trasporti e l'energia. Ciò significa che se le persone vogliono ridurre le emissioni di gas serra, devono esserci modi migliori per mitigare gli effetti dell'estrazione e della combustione di petrolio e gas.

Adam Brandt, assistente professore di ingegneria delle risorse energetiche presso la School of Earth, Energy & Environmental Sciences della Stanford University, ei suoi colleghi hanno eseguito una prima analisi globale confrontando le emissioni associate alle tecniche di produzione del petrolio, un passo verso lo sviluppo di politiche che potrebbero ridurre tali emissioni .

Il gruppo riferisce che in 2015, quasi i giacimenti petroliferi 9,000 nei paesi 90 producevano gas serra equivalenti a giganti di anidride carbonica 1.7 - all'incirca 5 di tutte le emissioni derivanti dalla combustione del carburante quell'anno. In media, la produzione di petrolio ha emesso 10.3 grammi di emissioni per ogni megajoule di greggio. Le nazioni con le pratiche a più alta intensità di carbonio espellevano le emissioni a un ritmo quasi doppio.

Inoltre, lo studio suggerisce che l'eliminazione del normale flaring e il taglio delle perdite di metano e lo sfogo dei tassi già raggiunti in Norvegia potrebbero ridurre i megatoni 700 delle emissioni del carbon footprint annuale del settore petrolifero - una riduzione di circa 43 percent.

Qui, Brandt discute le scoperte e le strategie del gruppo per ridurre il flaring.

Q

Che cos'è il flaring e perché è particolarmente importante monitorare?

A

Il petrolio e il gas sono generalmente prodotti insieme. Se ci sono gasdotti nelle vicinanze, allora le centrali elettriche, le fabbriche, le aziende e le case possono consumare il gas. Tuttavia, se sei molto lontano dal mare aperto o non riesci a far arrivare il gas sul mercato, spesso non c'è uno sbocco economicamente fattibile per il gas. In questo caso, le aziende vogliono sbarazzarsi del gas, quindi spesso bruciano o bruciano.

Per fortuna, c'è un certo valore per il gas, quindi ci possono essere dei risparmi associati all'arresto del flaring. Penso che impostare l'aspettativa che il gas sarà gestito correttamente è il ruolo del contesto normativo. Ci sono alcuni sforzi in corso per cercare di affrontare questo problema: la Banca Mondiale ha un grande sforzo chiamato il Global Gas Flaring Reduction Partnership, in cui le aziende si sono unite per cercare di fissare obiettivi di flaring, quindi spero che questo inizi a declinare.

Q

Questo lavoro rappresenta il primo studio che abbatte le emissioni di gas serra dell'industria petrolifera a livello nazionale. Quali dati hai guardato per fare questo lavoro?

A

Questo è il punto di arrivo di un progetto più ampio su cui abbiamo lavorato per circa otto anni. Abbiamo usato tre diverse fonti di dati. Per alcuni paesi è possibile ottenere dati da fonti governative o agenzie di regolamentazione. Le agenzie ambientali e le agenzie per le risorse naturali segnaleranno anche le informazioni che possiamo utilizzare. Altrimenti, andiamo alla letteratura di ingegneria del petrolio per ottenere informazioni sui giacimenti petroliferi. Quindi siamo stati in grado di collaborare con Aramco, una compagnia petrolifera internazionale, per accedere a un set di dati commerciali. Questo ci ha permesso di colmare le lacune per un sacco di progetti più piccoli che sono più difficili da ottenere informazioni o la raccolta dei dati è stata troppo intensa.

Con questo, la nostra carta copre circa il 98 percentuale della fornitura globale di petrolio. Necessariamente, è la prima volta che siamo stati in grado di farlo in questo livello di giacimento di giacimento di petrolio molto risolto.

Q

Nel mappare l'approvvigionamento mondiale di petrolio, come ha stimato le emissioni da flaring su base paese per paese?

A

Una delle sfide con il flaring è che la maggior parte dei paesi non lo segnala. In molti paesi, abbiamo finito per utilizzare dati satellitari medi a livello nazionale raccolti dall'amministrazione oceanica e atmosferica nazionale. Gli scienziati hanno sviluppato modi per stimare la quantità di gas svasato usando la luminosità del chiarore visto dallo spazio. È essenzialmente un occhio nel cielo. Ad esempio, la Russia non dirà quanto stanno infiammando, ma possiamo vederlo dal satellite.

Q

Dove hai visto che i regolamenti flaring funzionano?

A

Il Canada offshore ha avuto un buon successo negli ultimi anni 15. Fondamentalmente, le regole ci dicono che non ti è permesso flare sopra una certa quantità. Se il flaring supera il livello consentito, il Canada richiede che i suoi campi offshore si spengano fino a quando non gestiscono il gas. Ciò può essere fatto reintroducendolo nel terreno, convertendolo in gas naturale liquefatto o installando gasdotti per portare il gas ai clienti.

Il flaring canadese è notevolmente diminuito e questi regolamenti dimostrano che è possibile gestire il flaring e richiedere che le persone facciano qualcosa di produttivo con il gas o lo rimettano sottoterra. In realtà, la sfida con il flaring è che deve esserci una politica o un apparato normativo per dire: "Non è permesso bruciare gas senza scopo; rimettilo a terra o trova qualcosa di utile da fare con esso. "

Q

In assenza di un'azione federale, come possiamo dare la priorità alle riduzioni di flaring qui negli Stati Uniti?

A

Se non vedi un'azione a livello federale statunitense, puoi lavorare con la leadership delle agenzie statali. Un buon esempio di questo è stato lo stato del Nord Dakota. Il Dakota del Nord contiene la Formazione di Bakken, che è una delle principali regioni per la produzione di petrolio da pozzi fratturati idraulicamente.

Cinque anni fa, il 30 per cento del gas prodotto veniva bruciato, e in sostanza il governo statale ha detto che questo non è accettabile. Il 30% era troppo alto e il gas aveva un valore: poteva essere venduto a città come Chicago, Calgary o Denver. Il governo ha fissato un obiettivo per il 10 per cento, con la minaccia di potenziali restrizioni alla produzione se i produttori non hanno raggiunto l'obiettivo.

Allora, cos'è successo? I produttori della regione hanno effettivamente raggiunto l'obiettivo percentuale 10 in anticipo. Quindi penso che le cose possano andare avanti. Ovviamente, sarebbe meglio se avessimo una sorta di azione federale su questo, ma gli stati possono fare molto.

Q

Chi può guidare il cambiamento necessario in tutto il mondo?

A

A livello globale, penso che le compagnie petrolifere internazionali possano davvero prendere l'iniziativa. Molti dei progetti con il flaring sono in paesi in cui le questioni ambientali sono scarsamente regolamentate. Ma molti di questi progetti sono sviluppati dalla compagnia petrolifera nazionale locale in collaborazione con partner internazionali.

È difficile aspettare che i paesi in via di sviluppo non abbiano grandi budget o una sofisticata capacità normativa per mettere in atto regole brillanti. Anziché aspettare che ciò accada, potremmo aspettarci che le compagnie petrolifere internazionali lavorino per risolvere i problemi stessi applicando le migliori pratiche dai luoghi in cui i regolamenti hanno già risolto il problema. Ad esempio, le società in Nigeria hanno aumentato la reiniezione di gas e sviluppato progetti di gas naturale liquefatto per portare il gas ai mercati.

Nei prossimi decenni, useremo molto petrolio e gas. È inevitabile Prendendo le migliori pratiche e applicandole in posti che non sono così ben regolamentati in questo momento - ma si spera che lo siano - può consentire miglioramenti in una regione a beneficio di un'altra regione.

Spero che passeremo il più rapidamente possibile alle energie rinnovabili, ma mentre nel frattempo utilizziamo petrolio e gas, facciamolo in modo responsabile.

Altri coautori sono di Aramco Services Co., Ford Motor Co., Università di Calgary, Carnegie Endowment for International Peace, Carnegie Mellon University, Università della British Columbia, California Environmental Protection Agency, National Renewable Energy Laboratory, Università del Michigan, International Agenzia per l'energia, Baker Hughes, Chalmers University of Technology, Cornell University e Argonne National Laboratory.

Il lavoro è stato finanziato dal Consiglio per la ricerca in scienze naturali e ingegneria del Canada, dalla Aramco Services Co., dalla Ford Motor Co., dalla Carnegie Endowment for International Peace, dalla Hewlett Foundation, dalla ClimateWorks Foundation e dalla Alfred P. Sloan Foundation.

L'analisi appare in Scienza.

Fonte: Katie Brown per Università di Stanford

libri correlati

Mercato InnerSelf

Amazon

Mercato InnerSelf

Amazon

POTREBBE PIACERTI ANCHE

enafarzh-CNzh-TWdanltlfifrdeiwhihuiditjakomsnofaplptruesswsvthtrukurvi

segui InnerSelf su

facebook icontwitter iconicona di YouTubeicona di instagramicona pintresticona rss

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana

ULTIMI VIDEO

La grande migrazione climatica è iniziata
La grande migrazione climatica è iniziata
by Super User
La crisi climatica sta costringendo migliaia di persone in tutto il mondo a fuggire poiché le loro case diventano sempre più inabitabili.
L'ultima era glaciale ci dice perché dobbiamo preoccuparci di un cambiamento di temperatura di 2 ℃
L'ultima era glaciale ci dice perché dobbiamo preoccuparci di un cambiamento di temperatura di 2 ℃
by Alan N Williams, e altri
L'ultimo rapporto dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) afferma che senza una sostanziale riduzione ...
La Terra è rimasta abitabile per miliardi di anni: esattamente quanto siamo stati fortunati?
La Terra è rimasta abitabile per miliardi di anni: esattamente quanto siamo stati fortunati?
by Toby Tyrrell
L'evoluzione ha impiegato 3 o 4 miliardi di anni per produrre Homo sapiens. Se il clima fosse completamente fallito solo una volta in quel ...
In che modo la mappatura del tempo 12,000 anni fa può aiutare a prevedere i futuri cambiamenti climatici
In che modo la mappatura del tempo 12,000 anni fa può aiutare a prevedere i futuri cambiamenti climatici
by Brice Rea
La fine dell'ultima era glaciale, circa 12,000 anni fa, è stata caratterizzata da un'ultima fase fredda chiamata Younger Dryas ...
Il Mar Caspio dovrebbe scendere di 9 metri o più questo secolo
Il Mar Caspio dovrebbe scendere di 9 metri o più questo secolo
by Frank Wesselingh e Matteo Lattuada
Immagina di essere sulla costa, guardando il mare. Di fronte a te ci sono 100 metri di sabbia sterile che sembra un ...
Venere era ancora una volta simile alla Terra, ma i cambiamenti climatici l'hanno resa inabitabile
Venere era ancora una volta simile alla Terra, ma i cambiamenti climatici l'hanno resa inabitabile
by Richard Ernst
Possiamo imparare molto sul cambiamento climatico da Venere, il nostro pianeta gemello. Venere ha attualmente una temperatura superficiale di ...
Cinque incredulità sul clima: un corso accelerato sulla disinformazione sul clima
Le cinque incredulità sul clima: un corso accelerato sulla disinformazione sul clima
by John Cook
Questo video è un corso accelerato sulla disinformazione sul clima, che riassume gli argomenti chiave utilizzati per mettere in dubbio la realtà ...
L'Artico non è così caldo da 3 milioni di anni e questo significa grandi cambiamenti per il pianeta
L'Artico non è così caldo da 3 milioni di anni e questo significa grandi cambiamenti per il pianeta
by Julie Brigham-Grette e Steve Petsch
Ogni anno, la copertura di ghiaccio marino nell'Oceano Artico si riduce a un punto minimo a metà settembre. Quest'anno misura solo 1.44 ...

ULTIMI ARTICOLI

3 lezioni sugli incendi per le città della foresta mentre Dixie Fire distrugge la storica Greenville, in California
3 lezioni sugli incendi per le città della foresta mentre Dixie Fire distrugge la storica Greenville, in California
by Bart Johnson, Professore di Architettura del Paesaggio, Università dell'Oregon
Un incendio in una foresta di montagna calda e secca ha attraversato la città della corsa all'oro di Greenville, in California, il 4 agosto...
La Cina può raggiungere gli obiettivi energetici e climatici che limitano la potenza del carbone
La Cina può raggiungere gli obiettivi energetici e climatici che limitano la potenza del carbone
by Alvin Lin
Al vertice sul clima del leader ad aprile, Xi Jinping ha promesso che la Cina "controllerà rigorosamente l'energia alimentata a carbone...
Un aereo lascia cadere un ritardante di fiamma rosso su un incendio boschivo mentre i vigili del fuoco parcheggiati lungo una strada guardano nel cielo arancione
Il modello prevede uno scoppio di incendi di 10 anni, quindi un graduale declino
by Hannah Hickey-U. Washington
Uno sguardo al futuro a lungo termine degli incendi prevede un'esplosione iniziale di circa un decennio di attività degli incendi,...
Acqua blu circondata da erba bianca morta
La mappa traccia 30 anni di scioglimento estremo della neve negli Stati Uniti
by Mikayla Mace-Arizona
Una nuova mappa degli eventi estremi dello scioglimento delle nevi negli ultimi 30 anni chiarisce i processi che guidano il rapido scioglimento.
Ghiaccio marino bianco in acqua blu con il sole che tramonta riflesso nell'acqua
Le aree ghiacciate della Terra si stanno riducendo di 33K miglia quadrate all'anno
by Texas A & M University
La criosfera terrestre si sta riducendo di 33,000 miglia quadrate (87,000 chilometri quadrati) all'anno.
Una fila di relatori maschi e femmine ai microfoni
234 scienziati hanno letto più di 14,000 articoli di ricerca per scrivere il prossimo rapporto sul clima dell'IPCC
by Stephanie Spera, Assistant Professor di Geografia e Ambiente, Università di Richmond
Questa settimana, centinaia di scienziati di tutto il mondo stanno ultimando un rapporto che valuta lo stato del...
Una donnola marrone con la pancia bianca si appoggia su una roccia e guarda oltre la sua spalla
Una volta che le donnole comuni stanno facendo un atto evanescente
by Laura Oleniacz - Stato della Carolina del Nord
Tre specie di donnole, un tempo comuni in Nord America, sono probabilmente in declino, inclusa una specie considerata...
Il rischio di alluvioni aumenterà con l'intensificarsi del caldo climatico
by Tim Radford
Un mondo più caldo sarà uno più umido. Sempre più persone dovranno affrontare un rischio di inondazione più elevato a causa dell'innalzamento dei fiumi e delle strade cittadine...

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana

Nuovi atteggiamenti - Nuove possibilità

InnerSelf.comClimateImpactNews.com | InnerPower.net
MightyNatural.com | WholisticPolitics.com | Mercato InnerSelf
Copyright © 1985 - 2021 Innerself Pubblicazioni. Tutti i diritti riservati.