Sudafrica: una nuova narrativa potrebbe affrontare la crisi anti-migrante

Sudafrica: una nuova narrativa potrebbe affrontare la crisi anti-migrante Pompieri fuori da un edificio in fiamme dopo la violenza e saccheggi contro cittadini stranieri a Pretoria, Sudafrica in 2019. EPA-EFE / Yeshiel Panchia

I migranti africani lo sono stati ancora una volta mirata per saccheggio, violenza e sfollamenti in Sudafrica. Non solo gli eventi ricordano 2008, 2015 e 2017: le narrazioni che li spiegano e le misure suggerite per affrontarli sono più o meno le stesse.

In 2008, quando l'attenzione pubblica sugli attacchi ai migranti africani è diventata globale per la prima volta, il presidente Thabo Mbeki ha dichiarato che i sudafricani erano non xenofobo. In 2015 il suo successore Jacob Zuma ha fatto eco sentimenti simili. La spiegazione era che dietro la xenofobia si nascondevano elementi criminali per mascherare le loro azioni.

La criminalità, piuttosto che la xenofobia, era quindi la loro descrizione preferita. Nel frattempo la società civile, i partiti di opposizione e altri governi africani hanno insistito sul fatto che gli attacchi ai cittadini stranieri erano xenofobi e che dovevano essere chiamati tali.

In questi dibattiti vediamo una folle corsa a imporre un limite a ciò che dovrebbe essere detto e ciò che non dovrebbe. Questo viene fatto come una strategia per stabilire l'agenda. In questa corsa per contenere il fenomeno è un desiderio singolarità che ha assillato le nostre società. Criminalità, xenofobia e Afrophobia appaiono in queste narrazioni come incompatibile. Il suggerimento è che il problema ha un solo nome e quindi dovrebbe iscriversi a un unico quadro correttivo.

Stesso problema, stessa risposta

Di fronte allo stesso problema, il Sudafrica si sta rivolgendo al familiare toolkit per spiegare e affrontare un problema ricorrente. Un'ondata di saccheggi e distruzione di proprietà da parte di cittadini sudafricani è attualmente in corso a Johannesburg. Anche se si rivolge a cittadini stranieri, rivendica anche il Sudafrica vittime.

A partire da 9 settembre 2019, le persone 12 sono state confermate morte e 639 era stato arrestato. Il ministro della polizia, il premier della provincia di Gauteng, il Congresso nazionale africano al governo (ANC) e l'ex presidente Thabo Mbeki hanno condannato ciò che chiamano criminalità. I partiti di opposizione, i Economic Freedom Fighters e la Democratic Alliance, sono tra le voci che accusano la xenofobia per gli eventi. I dibattiti sono ancora più solidi sui siti di social media in cui le accuse e le controaccuse di criminalità, xenofobia e afrophobia sono negoziate.

Questi discorsi sono repliche di precedenti spiegazioni di eventi simili in 2008, 2015, 2017 e, più recentemente, aprile 2019. Non dovrebbe essere il momento di provare qualcos'altro? Valutare come abbiamo definito il problema e ridefinirlo di nuovo, ad esempio, può essere l'inizio di una ricerca più fruttuosa di risposte.

Certamente, le risposte non si trovano qui e ora. Ma è necessario sottolineare i motivi per cui le spiegazioni prevalenti falliscono. Le soluzioni a un problema derivano dal modo in cui descriviamo il problema.

È criminalità?

Coloro che incolpano il problema della criminalità tendono a sottolineare le azioni criminali mentre minimizza il profilo delle vittime. Rendendo le vittime invisibili, gli autori della narrativa sulla criminalità creano l'impressione che questi atti possano accadere a chiunque. Per rafforzare questo punto di vista, indicano i cittadini sudafricani che sono stati catturati durante gli attacchi.

Per coloro che promuovono la narrativa sulla criminalità, il problema è locale. Il sistema di giustizia penale è la risposta a un tale problema. Sottolineando gli atti criminali a scapito delle identità degli obiettivi previsti di criminalità, le esperienze di emarginazione dei migranti africani in Sudafrica vengono messe a tacere.

Funzionari di stato senior fanno un ulteriore passo avanti nascondendo tracce di xenofobia nei loro discorsi. Lo sono le vittime del crimine, il cui profilo lo stato fa di tutto per rendere insignificanti proiettato come criminale. Ministri, polizia e leader tradizionali sono tra coloro che parlano di "elementi criminali" che colpiscono le loro vittime a causa delle attività criminali di questi ultimi. Questo di solito termina con un appello ai detti "elementi criminali" per non prendere la legge nelle loro mani e gli arresti di alcuni autori.

Alla fine, la narrativa sulla criminalità mette un gruppo di criminali contro un altro. L'onere della violenza è posto sulle vittime che devono denunciare il crimine e fidarsi del travolgente sistema di giustizia penale del Sudafrica per venire in soccorso, e su alcuni autori che si trovano arrestati e accusati.

A causa dell'elevato tasso di criminalità del Sudafrica, questi casi scompaiono nel pool di altri crimini.

È xenofobia o Afrophobia?

Coloro che preferiscono porre il problema alla porta della xenofobia, Afrophobia e l'odio verso se stessi pone il profilo delle vittime al di sopra delle esibizioni violente. Il saccheggio, il mutilamento, l'uccisione e la distruzione di proprietà sono svuotati del loro contenuto criminale. Sono pieni di spettro della fobia. In questa narrazione si trovano accuse che I sudafricani hanno perso ubuntu, una nozione impiegata per costruire erroneamente gli africani come irrimediabilmente collegati tra loro.

Inoltre, i sudafricani sono accusati di considerarsi come eccezionalmente non africano. La storia dell'apartheid è evocata per spiegare questo orgoglio, ignoranza e odio per gli altri africani. Ultimo, ma non meno importante, viene ricordato ai sudafricani che l'Africa supportato la lotta contro l'apartheid a costi e rischi.

Seguendo questa narrazione, il problema è internazionale e quindi non può essere lasciato al sistema giudiziario penale del Sudafrica. Questo spiega perché gli attacchi contro cittadini stranieri spesso invitano rappresaglie da altri paesi africani. Privilegiando le identità degli obiettivi previsti di attacchi a spese di atti compiuti su di loro, i seguaci di questa narrativa minimizzano la storia e la politica che circondano le esperienze di marginalità dei cittadini sudafricani.

Questa narrativa non spiega il fatto che gli attacchi ai migranti africani, da parte dei comuni cittadini sudafricani, non avvengano ogni giorno. Sicuramente se l'espressione della paura o dell'odio per qualcosa si manifesta attraverso attacchi violenti, allora gli episodi di calma dovrebbero spingerci a cercare risposte altrove.

Guardare altrove

L'invito a rivalutare la nostra comprensione del problema non rende irrilevanti le narrazioni esistenti. Ciò a cui dobbiamo resistere è la trappola della singolarità.
Ciò che chiamiamo "criminalità" o "xenofobia" reclama vittime dello stesso gruppo di persone vulnerabili e si svolgono negli stessi spazi fisici trascurati. Governo, polizia, funzionari dell'immigrazione e ordinari sudafricani contribuiscono al normalizzazione di atteggiamenti criminali e xenofobi tra cittadini sudafricani e migranti.

In questi spazi, "criminalità" e "xenofobia" possono e spesso si trasformano in "razzismo", "tribalismo", "sessismo" e così via. Sono risposte a problemi strutturali più grandi che generano e sfruttano le differenze socioculturali per un guadagno politico ed economico. Il nostro interesse è appena suscitato da questi eventi quotidiani perché non sono costanti e si sono fusi con le nostre vite istituzionali, politiche ed economiche.

Ciò che è raro, e ci inorridisce, sono le ripetute apparizioni di "criminalità" e "xenofobia" congiunte come un unico evento. Quindi torniamo ai soliti dibattiti e ai partecipanti marce, discorsi e petizioni contro la violenza.

La narrazione deve cambiare dalla criminalità o dalla xenofobia o dall'afrofobia alle condizioni quotidiane, strutturali, che rendono le differenze socioculturali suscettibili di facile sfruttamento da parte di coloro che detengono il potere. È possibile che non abbiamo il nome giusto per i nostri problemi: questo potrebbe mitigare il risolverli.

Abbiamo bisogno di nuove conversazioni basate sulle esperienze quotidiane di coloro che si ritrovano sempre autori e / o vittime di "crimini xenofobi", lontano dalle violente eruzioni. Ciò consentirà alle nostre risposte materiali di essere informate da una consapevolezza più accurata di ciò che sta accadendo.The Conversation

Circa l'autore

Cuthbeth Tagwirei, Post-Doctoral Fellow, Wits Center for Diversity Studies, University of the Witwatersrand

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

libri correlati

Life After Carbon: The Next Global Transformation of Cities

by Peter Plastrik, John Cleveland
1610918495Il futuro delle nostre città non è più quello di una volta. Il modello di città moderna che ha preso piede a livello mondiale nel XX secolo è sopravvissuto alla sua utilità. Non può risolvere i problemi che ha contribuito a creare, in particolare il riscaldamento globale. Fortunatamente, un nuovo modello di sviluppo urbano sta emergendo nelle città per affrontare in modo aggressivo le realtà dei cambiamenti climatici. Trasforma il modo in cui le città progettano e utilizzano lo spazio fisico, generano ricchezza economica, consumano e dispongono di risorse, sfruttano e sostengono gli ecosistemi naturali e si preparano per il futuro. Disponibile su Amazon

La sesta estinzione: una storia innaturale

di Elizabeth Kolbert
1250062187Nell'ultimo mezzo miliardo di anni, ci sono state cinque estinzioni di massa, quando la diversità della vita sulla terra improvvisamente e drammaticamente contratta. Gli scienziati di tutto il mondo stanno attualmente monitorando la sesta estinzione, che si preannuncia essere l'evento di estinzione più devastante dall'impatto con l'asteroide che ha spazzato via i dinosauri. Questa volta, il cataclisma siamo noi. In prosa che è allo stesso tempo sincera, divertente e profondamente informata, New Yorker la scrittrice Elizabeth Kolbert ci dice perché e come gli esseri umani hanno alterato la vita sul pianeta in un modo che nessuna specie ha mai avuto prima. La ricerca intrecciata in una mezza dozzina di discipline, le descrizioni delle specie affascinanti che sono già state perse e la storia dell'estinzione come concetto, Kolbert fornisce un resoconto commovente e completo delle scomparse che avvengono sotto i nostri occhi. Dimostra che la sesta estinzione è probabilmente l'eredità più duratura dell'umanità, costringendoci a ripensare alla domanda fondamentale su cosa significhi essere umani. Disponibile su Amazon

Climate Wars: The Fight for Survival mentre il mondo si surriscalda

di Gwynne Dyer
1851687181Onde di rifugiati climatici. Dozzine di stati falliti. Guerra totale. Da uno dei grandi analisti geopolitici del mondo arriva uno sguardo terrificante sulle realtà strategiche del prossimo futuro, quando il cambiamento climatico spinge le potenze del mondo verso la politica di sopravvivenza spietata. Prescient e inflessibile, Guerre Climatiche sarà uno dei libri più importanti dei prossimi anni. Leggilo e scopri cosa stiamo andando. Disponibile su Amazon

Dall'editore:
Gli acquisti su Amazon vanno a coprire il costo di portarti InnerSelf.comelf.com, MightyNatural.com, e ClimateImpactNews.com senza costi e senza inserzionisti che monitorano le tue abitudini di navigazione. Anche se fai clic su un link ma non acquisti questi prodotti selezionati, qualsiasi altra cosa tu compri nella stessa visita su Amazon ci paga una piccola commissione. Non c'è nessun costo aggiuntivo per te, quindi per favore contribuisci allo sforzo. Puoi anche utilizzare questo link da usare su Amazon in qualsiasi momento per aiutare a sostenere i nostri sforzi.

enafarZH-CNzh-TWdanltlfifrdeiwhihuiditjakomsnofaplptruesswsvthtrukurvi

segui InnerSelf su

facebook-icontwitter-iconrss-icon

Ricevi l'ultimo tramite e-mail

{Emailcloak = off}

ULTIMI VIDEO

L'ascesa dell'energia solare
by CNBC
L'energia solare è in aumento. Puoi vedere le prove sui tetti e nel deserto, dove impianti solari su larga scala ...
Le batterie più grandi del mondo: stoccaggio pompato
by Ingegneria pratica
La stragrande maggioranza del nostro stoccaggio di energia elettrica su scala di rete utilizza questo metodo intelligente.
Idrogeno alimenta i missili, ma per quanto riguarda l'energia per la vita quotidiana?
Idrogeno alimenta i missili, ma per quanto riguarda l'energia per la vita quotidiana?
by Zhenguo Huang
Hai mai visto un lancio dello space shuttle? Il carburante usato per allontanare queste enormi strutture dalla Terra ...
I piani di produzione di combustibili fossili potrebbero spingere la Terra fuori da una scogliera climatica
by La rete di notizie reali
Le Nazioni Unite stanno iniziando il suo vertice sul clima a Madrid.
Big Rail spende di più per negare il cambiamento climatico rispetto a Big Oil
by La rete di notizie reali
Un nuovo studio conclude che la ferrovia è l'industria che ha iniettato più denaro nella propaganda di negazione del cambiamento climatico ...
Gli scienziati hanno sbagliato i cambiamenti climatici?
by Sabine Hossenfelder
Intervista con il Prof Tim Palmer dell'Università di Oxford.
La nuova normalità: i cambiamenti climatici rappresentano una sfida per gli agricoltori del Minnesota
by KMSP-TV Minneapolis-St. Paolo
La primavera ha portato un diluvio di pioggia nel Minnesota meridionale e non è mai sembrato fermarsi.
Rapporto: la salute dei bambini di oggi sarà messa in pericolo dai cambiamenti climatici
by Notizie VOA
Un rapporto internazionale di ricercatori delle istituzioni 35 afferma che il cambiamento climatico minaccerà la salute e la qualità di ...

ULTIMI ARTICOLI

La dissalazione dell'acqua di mare può salvare il mondo?
by CNBC
Oggi, una persona su tre non ha accesso all'acqua potabile. E questo è il risultato di molte cose, ma una ...
L'ascesa dell'energia solare
by CNBC
L'energia solare è in aumento. Puoi vedere le prove sui tetti e nel deserto, dove impianti solari su larga scala ...
Le batterie più grandi del mondo: stoccaggio pompato
by Ingegneria pratica
La stragrande maggioranza del nostro stoccaggio di energia elettrica su scala di rete utilizza questo metodo intelligente.
In che modo il fumo di un incendio si diffonde sugli animali domestici e su altri animali
Come il fumo di incendi colpisce gli animali domestici e gli altri animali
by Stephanie Laura Bond, et al
Incendi catastrofici in tutto il mondo stanno aumentando sia in frequenza che in grandezza. Gli incendi boschivi in ​​Australia hanno alimentato ...
5 modi in cui le famiglie possono aiutare ad affrontare il cambiamento climatico
5 modi in cui le famiglie possono aiutare ad affrontare il cambiamento climatico
by Greg McDermid, et al
Mentre molte soluzioni climatiche richiedono la leadership dei governi, abbiamo anche bisogno di cambiamenti all'interno delle famiglie normali, che ...
La geoingegneria potrebbe arricchire i paesi poveri
La geoingegneria potrebbe arricchire i paesi poveri
by Tim Radford
Non c'è ancora certezza che la geoingegneria potrebbe salvare il mondo. Ma, paradossalmente, se funzionasse potrebbe ...
La peggiore ondata di calore marina registrata ha ucciso un milione di uccelli marini nell'Oceano Pacifico settentrionale
La peggiore ondata di calore marina registrata ha ucciso un milione di uccelli marini nell'Oceano Pacifico settentrionale
by Tim Birkhead
Una comune colonia di Guillemot sulle Isole Farallon, California. Duncan Wright / Wikipedia, CC BY-SA Il comune guillemot ...
L'energia nucleare non può rivaleggiare con energia rinnovabile
L'energia nucleare non può rivaleggiare con energia rinnovabile
by Paul Brown
Lungi dall'affrontare i cambiamenti climatici, l'energia nucleare è una distrazione costosa la cui sicurezza è minacciata da incendi e ...