La ribellione cresce contro l'emergenza climatica

La ribellione cresce contro l'emergenza climatica

La polizia osserva mentre i manifestanti bloccano il Westminster Bridge di Londra. Immagine: per gentile concessione di Mark Lewis

I manifestanti globali interrompono il traffico e prendono di mira gli edifici governativi per protestare contro la mancanza di azioni per fermare l'emergenza climatica.

Questa città ha riecheggiato ieri al suono di dozzine di tamburi che suonavano fuori Downing Street, la residenza ufficiale del primo ministro, mentre migliaia di manifestanti hanno chiuso Londra per avvertire il governo del Regno Unito che si trova di fronte a ribellione per l'emergenza climatica e la situazione del mondo naturale .

Nelle principali città di 23 in tutto il pianeta il movimento globale è noto come Estinzione ribellione sono iniziate due settimane di interruzione volte a dimostrare ai governi che i cittadini non sono soddisfatti delle loro azioni per frenare i cambiamenti climatici e proteggere le specie selvatiche.

Una straordinaria gamma di persone con una varietà di cause tutte legate ai cambiamenti climatici si è affollata in Trafalgar Square a Londra e in altre strade del Parlamento.

Guardati da turisti cinesi confusi che tentavano di visitare le attrazioni di Londra, giunzioni stradali e ponti chiave sono stati bloccati a 10 da manifestanti seduti sulla strada. La polizia metropolitana ha arrestato i manifestanti 280 nel corso della giornata, sebbene nella maggior parte dei luoghi non abbiano tentato di intervenire.

Con migliaia di manifestanti addestrati in azioni dirette non violente e in procinto di essere arrestati, la polizia ha chiaramente deciso di non tentare di fermarli. Invece si fermarono davanti all'ingresso della casa del primo ministro Boris Johnson a Downing Street e proteggevano gli ingressi degli edifici governativi vicini.

"Molte volte mi è sembrato di sbattere la testa su un muro di mattoni - ora, dopo 40 anni, è così bello vedere che sta succedendo qualcosa, qualcosa che non può essere ignorato"

Distribuendo volantini dal titolo: "È tempo di dire la verità", i manifestanti hanno sottolineato il loro messaggio chiave: "Siamo nei guai. I livelli del mare stanno aumentando. Le ondate di calore uccidono i raccolti. L'Artico si sta sciogliendo e l'Africa e l'Amazzonia sono in fiamme. "

Sebbene l'atmosfera fosse amichevole, non c'erano dubbi sulla determinazione di coloro che vi partecipavano. C'erano giovani madri con bambini. L'italiana Monia Salvini, in Trafalgar Square, portava con sé sua figlia Delia di sei mesi.

Aveva viaggiato da casa sua nella zona est di Londra e ha detto che era lì perché temeva per il futuro di sua figlia - "ma non lo sto facendo solo per lei, lo sto facendo per tutti".

Aveva appreso per la prima volta della crisi climatica un anno fa, e più leggeva e più si rendeva conto di quanto fosse urgente e di quanto piccoli governi stessero facendo al riguardo. "Ho pensato non appena la mia gravidanza è finita, devo fare qualcosa."

C'erano molti cartelli fatti in casa: "Scegliete l'estinzione o la ribellione", "Non possiamo mangiare denaro, non possiamo bere petrolio", "Marte per i privilegiati, Terra per i poveri" e "Dobbiamo alzarci prima delle maree. ”

Prossima generazione

Sarah, che non voleva dare il suo cognome, aveva viaggiato durante la notte in treno da Edimburgo con suo figlio di otto mesi e recava un avviso recitando: "La mancata comprensione della scienza non è un argomento contrario." Ha detto che, mentre i governi degli Stati Uniti e del Brasile erano una vergogna, il Regno Unito guidato da Boris Johnson era altrettanto cattivo "perché dopo il suo governo ha dichiarato un'emergenza climatica non ha intrapreso alcuna azione per fare qualcosa al riguardo. "

C'era un carro funebre dall'altra parte della strada che bloccava l'ingresso di Whitehall. Aveva una bara coperta di fiori e manifestanti vestiti da becchini. I manifestanti addestrati, pronti per l'arresto, giacevano sulla strada accanto ad esso, ma invece di tentare di spostarli, la polizia ha diretto il traffico per girare intorno.

La maggior parte dei conducenti era di buon umore per l'interruzione della loro giornata, anche se alcuni sono stati intrappolati negli ingorghi per oltre un'ora. Più vocali sono stati alcuni tassisti che hanno urlato espianti sia ai manifestanti che alla polizia.

Fuori da Downing Street c'era un gran numero di persone che chiedevano un'assemblea dei cittadini, un'idea già sperimentata Irlanda, Francia e in alcune città inglesi come Oxford.

Una richiesta chiave di Extinction Rebellion, l'idea è quella di reclutare una sezione trasversale della popolazione, "gente comune selezionata a caso", per conoscere i cambiamenti climatici dagli esperti e poi decidere insieme cosa fare al riguardo.

Destinato a crescere

Le assemblee, che si impegnano a non avere "nessuna politica di partito, nessun pensiero elettorale a breve termine e nessun denaro nascosto", raccomanderebbero ai governi il modo migliore per uscire dalla crisi climatica.

Tra i manifestanti c'era Steve Morton, 66, di High Wycombe nel Buckinghamshire, "appena un focolaio della rivoluzione". Un veterano attivista ambientale per Amici della Terra per quasi 40 anni, ha affermato di aver provato "canali ufficiali" per tutto quel tempo per agire sui cambiamenti climatici.

"Molte volte mi è sembrato di sbattere la testa su un muro di mattoni - ora, dopo 40 anni, è così bello vedere che sta succedendo qualcosa, qualcosa che non può essere ignorato." Era particolarmente contento di vedere che la stragrande maggioranza dei manifestanti erano giovani.

Finora la polizia non ha commentato per quanto tempo rimarrà mentre il traffico di Londra centrale viene bloccato dalle proteste. Non si sa nemmeno se hanno abbastanza cellule per contenere le centinaia di manifestanti che si dice siano pronti per l'arresto.

Ciò che è chiaro è che le dimostrazioni sono più grandi dell'ultima serie di interruzioni a Londra ad aprile e sono organizzate e finanziate meglio. Piace gli scioperi scolastici iniziati dalla scolara svedese Greta Thunberg, sembrano destinati a crescere. - Rete di notizie sul clima

Circa l'autore

paul marronePaul Brown è l'editore congiunto di Climate News Network. È un ex corrispondente per l'ambiente del Guardian e scrive anche libri e insegna giornalismo. Può essere raggiunto a [email protected]


Libro consigliato:

Avviso globale: l'ultima possibilità di cambiamento
da Paul Brown.

Attenzione globale: l'ultima occasione per cambiamento di Paul Brown.Riscaldamento globale è un libro autorevole e visivamente sbalorditivo

Questo articolo è apparso originariamente Climate News Network

libri correlati

Climate Leviathan: una teoria politica del nostro futuro planetario

di Joel Wainwright e Geoff Mann
1786634295In che modo il cambiamento climatico influenzerà la nostra teoria politica, nel bene e nel male. Nonostante la scienza e i vertici, i principali Stati capitalisti non hanno raggiunto nulla di simile a un livello adeguato di mitigazione del carbonio. Ora non c'è semplicemente modo di impedire che il pianeta superi la soglia di due gradi Celsius impostata dal Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici. Quali sono i probabili risultati politici ed economici di questo? Dove sta andando il mondo del surriscaldamento? Disponibile su Amazon

Uffa: punti di svolta per le nazioni in crisi

di Jared Diamond
0316409138Aggiungendo una dimensione psicologica alla storia profonda, alla geografia, alla biologia e all'antropologia che contraddistinguono tutti i libri di Diamond, Sconvolgimento rivela i fattori che influenzano il modo in cui sia le nazioni sia le singole persone possono rispondere alle grandi sfide. Il risultato è un libro epico, ma anche il suo libro più personale. Disponibile su Amazon

Global Commons, Domestic Decisions: The Comparative Politics of Climate Change

di Kathryn Harrison et al
0262514311Studi di casi comparativi e analisi dell'influenza della politica interna sulle politiche dei cambiamenti climatici dei paesi e sulle decisioni di ratifica di Kyoto. Il cambiamento climatico rappresenta una "tragedia dei beni comuni" su scala globale, che richiede la cooperazione di nazioni che non mettono necessariamente il benessere della Terra al di sopra dei propri interessi nazionali. Eppure gli sforzi internazionali per affrontare il riscaldamento globale hanno incontrato un certo successo; il Protocollo di Kyoto, in cui i paesi industrializzati si sono impegnati a ridurre le loro emissioni collettive, è entrato in vigore in 2005 (sebbene senza la partecipazione degli Stati Uniti). Disponibile su Amazon

 

segui InnerSelf su

facebook icontwitter iconicona di YouTubeicona di instagramicona pintresticona rss

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana
enafarzh-CNzh-TWdanltlfifrdeiwhihuiditjakomsnofaplptruesswsvthtrukurvi

POLITICA

Una fila di relatori maschi e femmine ai microfoni
234 scienziati hanno letto più di 14,000 articoli di ricerca per scrivere il prossimo rapporto sul clima dell'IPCC
by Stephanie Spera, Assistant Professor di Geografia e Ambiente, Università di Richmond
Questa settimana, centinaia di scienziati di tutto il mondo stanno ultimando un rapporto che valuta lo stato del...
Immagine
Il clima spiegato: come l'IPCC raggiunge il consenso scientifico sul cambiamento climatico climate
by Rebecca Harris, Senior Lecturer in Climatology, Director, Climate Futures Program, University of Tasmania
Quando diciamo che c'è un consenso scientifico sul fatto che i gas serra prodotti dall'uomo stanno causando il cambiamento climatico, cosa fa...
La corte abbocca all'industria, dalle grotte ai combustibili fossili
La corte abbocca all'industria, dalle grotte ai combustibili fossili
by Joshua Axelrod
Con una decisione deludente, il giudice Terry Doughty della Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale della Louisiana ha stabilito...
Il G7 abbraccia l'azione per il clima per favorire una ripresa equa
Il G7 abbraccia l'azione per il clima per favorire una ripresa equa
by Mitchell Bernard
Su sollecitazione di Biden, le sue controparti del G7 hanno alzato l'asticella dell'azione collettiva per il clima, impegnandosi a ridurre le emissioni di carbonio...
Cambiamento climatico: cosa avrebbero potuto dire i leader del G7, ma non l'hanno fatto
Cambiamento climatico: cosa avrebbero potuto dire i leader del G7, ma non l'hanno fatto
by Myles Allen, Professore di Geosystem Science, Direttore di Oxford Net Zero, Università di Oxford
Il vertice del G7 di quattro giorni in Cornovaglia si è concluso con pochi motivi di celebrazione da parte di chiunque fosse preoccupato per il cambiamento climatico...
In che modo le scelte di viaggio ad alto contenuto di carbonio dei leader mondiali potrebbero ritardare l'azione per il clima
In che modo le scelte di viaggio ad alto contenuto di carbonio dei leader mondiali potrebbero ritardare l'azione per il clima
by Steve Westlake, dottorando, leadership ambientale, Università di Cardiff
Quando il primo ministro britannico Boris Johnson ha preso un volo di un'ora per la Cornovaglia per il vertice del G7, è stato criticato per essere...
La guerra di propaganda dell'industria nucleare infuria
by Paul Brown
Con l'energia rinnovabile in rapida espansione, la guerra di propaganda dell'industria nucleare sostiene ancora che aiuta a combattere il clima ...
Shell ha ordinato di tagliare le sue emissioni: perché questa sentenza potrebbe influenzare quasi tutte le principali aziende del mondo
Shell ha ordinato di tagliare le sue emissioni: perché questa sentenza potrebbe influenzare quasi tutte le principali aziende del mondo
by Arthur Petersen, Professore di Scienza, Tecnologia e Politiche Pubbliche, UCL
L'Aia è la sede del governo dei Paesi Bassi e ospita anche la Corte penale internazionale. NAPA /…

ULTIMI VIDEO

La grande migrazione climatica è iniziata
La grande migrazione climatica è iniziata
by Super User
La crisi climatica sta costringendo migliaia di persone in tutto il mondo a fuggire poiché le loro case diventano sempre più inabitabili.
L'ultima era glaciale ci dice perché dobbiamo preoccuparci di un cambiamento di temperatura di 2 ℃
L'ultima era glaciale ci dice perché dobbiamo preoccuparci di un cambiamento di temperatura di 2 ℃
by Alan N Williams, e altri
L'ultimo rapporto dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) afferma che senza una sostanziale riduzione ...
La Terra è rimasta abitabile per miliardi di anni: esattamente quanto siamo stati fortunati?
La Terra è rimasta abitabile per miliardi di anni: esattamente quanto siamo stati fortunati?
by Toby Tyrrell
L'evoluzione ha impiegato 3 o 4 miliardi di anni per produrre Homo sapiens. Se il clima fosse completamente fallito solo una volta in quel ...
In che modo la mappatura del tempo 12,000 anni fa può aiutare a prevedere i futuri cambiamenti climatici
In che modo la mappatura del tempo 12,000 anni fa può aiutare a prevedere i futuri cambiamenti climatici
by Brice Rea
La fine dell'ultima era glaciale, circa 12,000 anni fa, è stata caratterizzata da un'ultima fase fredda chiamata Younger Dryas ...
Il Mar Caspio dovrebbe scendere di 9 metri o più questo secolo
Il Mar Caspio dovrebbe scendere di 9 metri o più questo secolo
by Frank Wesselingh e Matteo Lattuada
Immagina di essere sulla costa, guardando il mare. Di fronte a te ci sono 100 metri di sabbia sterile che sembra un ...
Venere era ancora una volta simile alla Terra, ma i cambiamenti climatici l'hanno resa inabitabile
Venere era ancora una volta simile alla Terra, ma i cambiamenti climatici l'hanno resa inabitabile
by Richard Ernst
Possiamo imparare molto sul cambiamento climatico da Venere, il nostro pianeta gemello. Venere ha attualmente una temperatura superficiale di ...
Cinque incredulità sul clima: un corso accelerato sulla disinformazione sul clima
Le cinque incredulità sul clima: un corso accelerato sulla disinformazione sul clima
by John Cook
Questo video è un corso accelerato sulla disinformazione sul clima, che riassume gli argomenti chiave utilizzati per mettere in dubbio la realtà ...
L'Artico non è così caldo da 3 milioni di anni e questo significa grandi cambiamenti per il pianeta
L'Artico non è così caldo da 3 milioni di anni e questo significa grandi cambiamenti per il pianeta
by Julie Brigham-Grette e Steve Petsch
Ogni anno, la copertura di ghiaccio marino nell'Oceano Artico si riduce a un punto minimo a metà settembre. Quest'anno misura solo 1.44 ...

ULTIMI ARTICOLI

3 lezioni sugli incendi per le città della foresta mentre Dixie Fire distrugge la storica Greenville, in California
3 lezioni sugli incendi per le città della foresta mentre Dixie Fire distrugge la storica Greenville, in California
by Bart Johnson, Professore di Architettura del Paesaggio, Università dell'Oregon
Un incendio in una foresta di montagna calda e secca ha attraversato la città della corsa all'oro di Greenville, in California, il 4 agosto...
La Cina può raggiungere gli obiettivi energetici e climatici che limitano la potenza del carbone
La Cina può raggiungere gli obiettivi energetici e climatici che limitano la potenza del carbone
by Alvin Lin
Al vertice sul clima del leader ad aprile, Xi Jinping ha promesso che la Cina "controllerà rigorosamente l'energia alimentata a carbone...
Un aereo lascia cadere un ritardante di fiamma rosso su un incendio boschivo mentre i vigili del fuoco parcheggiati lungo una strada guardano nel cielo arancione
Il modello prevede uno scoppio di incendi di 10 anni, quindi un graduale declino
by Hannah Hickey-U. Washington
Uno sguardo al futuro a lungo termine degli incendi prevede un'esplosione iniziale di circa un decennio di attività degli incendi,...
Acqua blu circondata da erba bianca morta
La mappa traccia 30 anni di scioglimento estremo della neve negli Stati Uniti
by Mikayla Mace-Arizona
Una nuova mappa degli eventi estremi dello scioglimento delle nevi negli ultimi 30 anni chiarisce i processi che guidano il rapido scioglimento.
Ghiaccio marino bianco in acqua blu con il sole che tramonta riflesso nell'acqua
Le aree ghiacciate della Terra si stanno riducendo di 33K miglia quadrate all'anno
by Texas A & M University
La criosfera terrestre si sta riducendo di 33,000 miglia quadrate (87,000 chilometri quadrati) all'anno.
Una fila di relatori maschi e femmine ai microfoni
234 scienziati hanno letto più di 14,000 articoli di ricerca per scrivere il prossimo rapporto sul clima dell'IPCC
by Stephanie Spera, Assistant Professor di Geografia e Ambiente, Università di Richmond
Questa settimana, centinaia di scienziati di tutto il mondo stanno ultimando un rapporto che valuta lo stato del...
Una donnola marrone con la pancia bianca si appoggia su una roccia e guarda oltre la sua spalla
Una volta che le donnole comuni stanno facendo un atto evanescente
by Laura Oleniacz - Stato della Carolina del Nord
Tre specie di donnole, un tempo comuni in Nord America, sono probabilmente in declino, inclusa una specie considerata...
Il rischio di alluvioni aumenterà con l'intensificarsi del caldo climatico
by Tim Radford
Un mondo più caldo sarà uno più umido. Sempre più persone dovranno affrontare un rischio di inondazione più elevato a causa dell'innalzamento dei fiumi e delle strade cittadine...

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana

Nuovi atteggiamenti - Nuove possibilità

InnerSelf.comClimateImpactNews.com | InnerPower.net
MightyNatural.com | WholisticPolitics.com | Mercato InnerSelf
Copyright © 1985 - 2021 Innerself Pubblicazioni. Tutti i diritti riservati.