Per raggiungere le emissioni zero, il governo deve affrontare gli ostacoli che mettono le persone fuori dalle auto elettriche

Per raggiungere le emissioni zero, il governo deve affrontare gli ostacoli che mettono le persone fuori dalle auto elettriche Una prima Tesla Roadster elettrica del 2010. Shutterstock

Obiettivi ambiziosi sono stati fissati dal UK e scozzese i governi diventeranno economie di carbonio nette a zero entro il 2050 e il 2045 rispettivamente. Ma per raggiungere questo obiettivo saranno necessarie varie iniziative da parte del governo, dell'industria e della società.

Ogni settore dovrà avere la riduzione delle emissioni di carbonio al centro di ciò che fa e introdurre rapidamente nuove tecnologie per raggiungere zero emissioni dalle proprie attività. La domanda è come dovrebbe essere fatto.

Prendiamo il caso delle automobili, che contribuiscono in modo determinante alle emissioni di carbonio. Secondo una stima, il trasporto contribuisce a 30% delle emissioni totali dell'UE, con il trasporto su strada che contribuisce per il 72%. Con questa cifra che dovrebbe aumentare, qualsiasi strategia per ridurre le emissioni complessive dovrebbe affrontare questo elemento in modo aggressivo.

Il governo del Regno Unito ha annunciato il suo Intenzione vietare la benzina, il diesel e le auto ibride entro il 2035. Con un terzo delle emissioni di carbonio del Regno Unito derivanti dal trasporto su strada, la postura combattiva del governo è comprensibile. Ma vietare la tecnologia dei combustibili a combustione è il modo più appropriato per ridurre le emissioni del trasporto su strada?

Così è come lo facciamo

Vi sono due questioni da considerare: una, la disponibilità di tecnologie alternative per sostituire benzina e diesel su vasta scala; e due, in una società democratica, i divieti dovrebbero essere usati solo come misura di ultima istanza.

Esistono prove scientifiche schiaccianti che il fumo provoca gravi danni alla salute di una persona nella misura in cui potrebbe ucciderlo. Ma la produzione di sigarette non è vietata. Per controllare il consumo di sigarette, i governi hanno introdotto una vasta gamma di leggi che limitano la loro vendita piuttosto che vietarne la fabbricazione.

Quindi, piuttosto che vietare la produzione di auto a benzina e diesel, i governi dovrebbero rapidamente introdurre politiche efficaci che renderebbero le tecnologie più pulite più attraenti per gli utenti. Research - Ricerca sui cambiamenti tecnologici a lungo termine, una volta che una tecnologia è radicata in un settore, porta a "percorso dipendenza, il che significa che, poiché il passaggio a tecnologie alternative può essere costoso - sia per i produttori che per i clienti - le industrie spesso rimangono bloccate nella tecnologia esistente.

Approfondimenti dal nostro ricerca nel declino secolare di Dundee industria tessile di iuta suggerisce che qualsiasi nuova tecnologia rompa la dipendenza dalla tecnologia dominante esistente deve affrontare due condizioni: prezzo (rispetto al costo esistente) e prestazioni tecniche.

Guardando indietro

L'industria automobilistica ha le sue radici nella tecnologia elettrica. La batteria ricaricabile era la tecnologia dominante dalla metà alla fine del XIX secolo. Ma la scoperta di nuove riserve di petrolio e l'invenzione del motore a combustione all'inizio del XX secolo ha dato all'auto a benzina un vantaggio in termini di prezzo e prestazioni rispetto alla tecnologia elettrica. Ciò ha portato all'adozione diffusa, rendendo il motore a combustione dominante per oltre un secolo, lasciando l'industria automobilistica dipendente dal percorso da questa tecnologia.

Ma l'industria ha investito nell'innovazione per rompere questa dipendenza con tecnologie alternative e l'idrogeno e l'elettricità sono in circolazione da un po 'di tempo. L'auto elettrica è tornata negli anni '1970 in risposta alla crisi petrolifera. Ma con la caduta dei prezzi alla fine di quel decennio, l'auto elettrica non era più una proposta interessante. Nel 1996 General Motors introdusse la sua EV1 in risposta a Legislatura 1990 dallo stato della California che ha richiesto che il 2% delle loro vendite fosse zero emissioni.

La Toyota introdusse anche la sua Prius ibrida nel 1997, seguita dai modelli Audi e Honda. Tuttavia, tutte le prime auto elettriche avevano meno di un raggio di 100 miglia e lo erano relativamente costoso. I costi e le emissioni limitate hanno continuato a ostacolare la diffusa diffusione di tecnologie alternative e l'industria è rimasta bloccata nel motore a combustione nei due decenni successivi.

Per raggiungere le emissioni zero, il governo deve affrontare gli ostacoli che mettono le persone fuori dalle auto elettriche Le auto elettriche significano cambiare l'infrastruttura per creare più punti di ricarica.

Mettersi in marcia

In questi giorni stiamo iniziando a vedere problemi di prestazioni affrontati nelle auto elettriche. Molti sono ora in grado di coprire ovunque 150 a 230 miglia senza ricarica. Naturalmente questo è ancora lontano da quello che un diesel offrirebbe a pieno carico, ma i clienti stanno guadagnando fiducia.

Le case automobilistiche - marche esistenti e nuovi giocatori come Tesla - possiedono la tecnologia per migliorare le prestazioni delle auto elettriche e questo continuerà ad avanzare. È nel loro interesse commerciale svilupparsi rapidamente, per dare loro un vantaggio competitivo. Ma l'ostacolo principale è il prezzo; le auto elettriche sono ancora più costose delle auto a benzina e diesel - qualcosa che gli enti del settore hanno enfatizzato.

Vietare la produzione di benzina e diesel non renderà le auto elettriche più economiche. Se il prezzo delle auto elettriche rimane più elevato, intrappolerà solo i clienti in un impegno costoso. Un Studio del MIT ha scoperto che un'auto elettrica di medie dimensioni sarà probabilmente più costosa per il produttore di circa £ 4,300 rispetto al combustibile per combustione fino al 2030. Se il governo del Regno Unito è seriamente intenzionato a facilitare questo cambiamento tecnologico, deve fornire serie politiche a lungo termine per aiutare ridurre il costo delle auto elettriche.

Esistono due modi per rendere più competitivo il prezzo della tecnologia elettrica. In primo luogo, rendere costoso il possesso di auto a benzina e diesel imponendo una "tassa sulle auto a benzina", attualmente praticata in una versione blanda sotto forma di carica di congestione in molte città e una tassa automobilistica più elevata sui motori diesel. Ma non ha aiutato a raggiungere l'ambizioso obiettivo elettrico.

Imporre ulteriori tasse come un dazio addizionale sul carburante potrebbe rendere la guida di veicoli a benzina e diesel più costosa, ma senza alternative più economiche praticabili, non andrà bene con l'elettorato e potrebbe aggiungere problemi economici. La seconda e raccomandata opzione che emerge la nostra ricerca è quello di introdurre incentivi che rendano conveniente l'acquisto e la gestione di un'auto elettrica.

Oggi, molte persone hanno un desiderio genuino di acquistare un'auto elettrica. Questo mercato non farà che aumentare: i clienti sono già venduti ai vantaggi. Ma il prezzo da pagare impedisce di prendere la decisione finale di acquisto. La traiettoria della tecnologia elettrica è in un momento critico in cui un prezzo adeguatamente competitivo convincerà gli acquirenti a fare il loro prossimo acquisto. E se il governo ha ragione, questo modello può essere applicato ad altri settori in cui vi è un urgente bisogno di passare a tecnologie a basse emissioni di carbonio.

Circa l'autore

Swapnesh Masrani, professore assistente, Management Edinburgh Business School, Università Heriot-Watt

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

libri correlati

Drawdown: il piano più completo mai proposto per invertire il riscaldamento globale

di Paul Hawken e Tom Steyer
9780143130444Di fronte alla paura diffusa e all'apatia, una coalizione internazionale di ricercatori, professionisti e scienziati si sono riuniti per offrire una serie di soluzioni realistiche e audaci ai cambiamenti climatici. Cento tecniche e pratiche sono descritte qui - alcune sono ben note; alcuni dei quali potresti non aver mai sentito parlare. Si va dall'energia pulita all'educare le ragazze nei paesi a basso reddito alle pratiche di uso del suolo che estraggono il carbonio dall'aria. Le soluzioni esistono, sono economicamente valide e le comunità in tutto il mondo stanno attualmente attuandole con abilità e determinazione. Disponibile su Amazon

Progettare soluzioni per il clima: una guida politica per l'energia a basse emissioni di carbonio

di Hal Harvey, Robbie Orvis, Jeffrey Rissman
1610919564Con gli effetti del cambiamento climatico già su di noi, la necessità di ridurre le emissioni globali di gas a effetto serra è semplicemente urgente. È una sfida scoraggiante, ma le tecnologie e le strategie per affrontarla esistono oggi. Un piccolo insieme di politiche energetiche, ben progettate e attuate, possono metterci sulla strada per un futuro a basse emissioni di carbonio. I sistemi energetici sono ampi e complessi, quindi la politica energetica deve essere mirata ed efficiente in termini di costi. Gli approcci a taglia unica semplicemente non portano a termine il lavoro. I responsabili politici hanno bisogno di una risorsa chiara e completa che delinea le politiche energetiche che avranno il maggiore impatto sul nostro futuro climatico e descriva come progettare bene queste politiche. Disponibile su Amazon

Questo cambia tutto: Capitalismo vs The Climate

di Naomi Klein
1451697392In Questo cambia tutto Naomi Klein sostiene che il cambiamento climatico non è solo un altro problema da archiviare ordinatamente tra tasse e assistenza sanitaria. È un allarme che ci chiama a fissare un sistema economico che ci sta già fallendo in molti modi. Klein costruisce meticolosamente il caso di come la riduzione massiccia delle nostre emissioni di gas serra sia la nostra migliore occasione per ridurre simultaneamente le disparità, ri-immaginare le nostre democrazie distrutte e ricostruire le nostre sventrate economie locali. Espone la disperazione ideologica dei negazionisti del cambiamento climatico, le delusioni messianiche degli aspiranti geoingegneri e il tragico disfattismo di troppe iniziative verdi tradizionali. E dimostra esattamente perché il mercato non ha - e non può - aggiustare la crisi climatica ma invece peggiora le cose, con metodi di estrazione sempre più estremi ed ecologicamente dannosi, accompagnati da un capitalismo disastroso dilagante. Disponibile su Amazon

Dall'editore:
Gli acquisti su Amazon vanno a coprire il costo di portarti InnerSelf.comelf.com, MightyNatural.com, e ClimateImpactNews.com senza costi e senza inserzionisti che monitorano le tue abitudini di navigazione. Anche se fai clic su un link ma non acquisti questi prodotti selezionati, qualsiasi altra cosa tu compri nella stessa visita su Amazon ci paga una piccola commissione. Non c'è nessun costo aggiuntivo per te, quindi per favore contribuisci allo sforzo. Puoi anche utilizzare questo link da usare su Amazon in qualsiasi momento per aiutare a sostenere i nostri sforzi.

 

enafarzh-CNzh-TWdanltlfifrdeiwhihuiditjakomsnofaplptruesswsvthtrukurvi

segui InnerSelf su

facebook-icontwitter-iconrss-icon

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

{Emailcloak = off}

ULTIMI VIDEO

Cinque incredulità sul clima: un corso accelerato sulla disinformazione sul clima
Le cinque incredulità sul clima: un corso accelerato sulla disinformazione sul clima
by John Cook
Questo video è un corso accelerato sulla disinformazione sul clima, che riassume gli argomenti chiave utilizzati per mettere in dubbio la realtà ...
L'Artico non è così caldo da 3 milioni di anni e questo significa grandi cambiamenti per il pianeta
L'Artico non è così caldo da 3 milioni di anni e questo significa grandi cambiamenti per il pianeta
by Julie Brigham-Grette e Steve Petsch
Ogni anno, la copertura di ghiaccio marino nell'Oceano Artico si riduce a un punto minimo a metà settembre. Quest'anno misura solo 1.44 ...
Che cos'è una tempesta di uragano e perché è così pericolosa?
Che cos'è una tempesta di uragano e perché è così pericolosa?
by Anthony C. Didlake Jr
Mentre l'uragano Sally si dirigeva verso la costa settentrionale del Golfo di martedì 15 settembre 2020, i meteorologi hanno avvertito di un ...
Il riscaldamento degli oceani minaccia le barriere coralline e presto potrebbe rendere più difficile ripristinarle
Il riscaldamento degli oceani minaccia le barriere coralline e presto potrebbe rendere più difficile ripristinarle
by Shawna Foo
Chiunque si occupi di un giardino in questo momento sa cosa può fare il caldo estremo alle piante. Il calore è anche una preoccupazione per un ...
Le macchie solari influenzano il nostro tempo ma non tanto quanto altre cose
Le macchie solari influenzano il nostro tempo ma non tanto quanto altre cose
by Robert McLachlan
Siamo diretti verso un periodo con una minore attività solare, cioè le macchie solari? Quanto durerà? Cosa succede al nostro mondo ...
Trucchi sporchi che gli scienziati del clima hanno dovuto affrontare in tre decenni dal primo rapporto dell'IPCC
Trucchi sporchi che gli scienziati del clima hanno dovuto affrontare in tre decenni dal primo rapporto dell'IPCC
by Marc Hudson
Trent'anni fa, in una piccola città svedese chiamata Sundsvall, l'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) ...
Emissioni di metano colpiscono i livelli di rottura record
Emissioni di metano colpiscono i livelli di rottura record
by Josie Garthwaite
La ricerca dimostra che le emissioni globali di metano hanno raggiunto i livelli più alti mai registrati.
fuco forrest 7 12
Come le foreste degli oceani del mondo contribuiscono ad alleviare la crisi climatica
by Emma Bryce
I ricercatori stanno cercando di aiutare i kelp a conservare l'anidride carbonica molto sotto la superficie del mare.

ULTIMI ARTICOLI

Dio lo intendeva come un pianeta usa e getta: vi presento il pastore statunitense che predica la negazione del cambiamento climatico
Dio lo intendeva come un pianeta usa e getta: vi presento il pastore statunitense che predica la negazione del cambiamento climatico
by Paul Braterman
Ogni tanto ti imbatti in uno scritto così straordinario che non puoi fare a meno di condividerlo. Uno di questi pezzi è ...
La siccità e il caldo insieme minacciano il West americano
La siccità e il caldo insieme minacciano il West americano
by Tim Radford
Il cambiamento climatico è davvero una questione scottante. La siccità e il caldo simultanei sono sempre più probabili per la maggior parte del ...
La Cina ha appena sbalordito il mondo con il suo incremento nell'azione per il clima
La Cina ha appena sbalordito il mondo con il suo incremento nell'azione per il clima
by Hao Tan
Il presidente cinese Xi Jinping ha recentemente sorpreso la comunità globale impegnando il suo paese a ridurre le emissioni nette entro ...
In che modo il cambiamento climatico, la migrazione e una malattia mortale nelle pecore alterano la nostra comprensione delle pandemie?
In che modo il cambiamento climatico, la migrazione e una malattia mortale nelle pecore alterano la nostra comprensione delle pandemie?
by Super User
Un nuovo quadro per l'evoluzione dei patogeni espone un mondo molto più vulnerabile ai focolai di malattie rispetto a prima ...
Il calore del clima scioglie le nevi artiche e asciuga le foreste
Cosa ci aspetta per il Movimento per il clima giovanile
by David Tindall
Gli studenti di tutto il mondo sono tornati in piazza alla fine di settembre per una giornata globale di azione per il clima per il primo ...
Gli storici incendi della foresta pluviale amazzonica minacciano il clima e aumentano il rischio di nuove malattie
Gli storici incendi della foresta pluviale amazzonica minacciano il clima e aumentano il rischio di nuove malattie
by Kerry William Bowman
Gli incendi nella regione amazzonica nel 2019 non hanno avuto precedenti nella loro distruzione. Migliaia di incendi avevano bruciato più di ...
Il calore del clima scioglie le nevi artiche e asciuga le foreste
Il calore del clima scioglie le nevi artiche e asciuga le foreste
by Tim Radford
Gli incendi ora divampano sotto le nevi artiche, dove un tempo bruciavano anche le foreste pluviali più umide. Il cambiamento climatico offre improbabili ...
Le ondate di calore marine stanno diventando più comuni e intense
Le ondate di calore marine stanno diventando più comuni e intense
by Jen Monnier, Enisa
Il miglioramento delle "previsioni meteorologiche" per gli oceani fa sperare in una riduzione della devastazione per la pesca e gli ecosistemi in tutto il mondo