Come il ciclo climatico alimenta la carestia in Africa orientale

Il ciclo climatico alimenta la carestia in Africa orientale

Il fenomeno del clima dell'Oceano Indiano è identificato come un fattore importante nella siccità che minaccia la diffusa carestia intorno al Corno d'Africa.

Le cifre dell'ONU e di altre agenzie sono alquanto angoscianti: nell'Africa orientale, 16 milioni di persone stanno affrontando la fame come morsi di carestia; nel Yemen, attraverso il Golfo di Aden, un altro 12 milioni ha urgente bisogno di ciò che le agenzie di assistenza descrivono come assistenza salva-vita.

Successivi anni di siccità hanno causato il fallimento delle colture, mentre centinaia di migliaia di capi di bestiame sono morti - e la ricerca implica un ciclo climatico nell'Oceano Indiano che è simile in effetti a El Niño nell'Oceano Pacifico.

"Siamo di fronte a una tragedia", dice Antonio Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite. "Dobbiamo evitare che diventi una catastrofe".

Siccità e carestia

Il conflitto in molte aree, i cambiamenti nell'uso della terra e l'abbandono delle pratiche agricole tradizionali sono tutti fattori che contribuiscono alla sofferenza di milioni di persone che soffrono la siccità e la carestia.

Ma i cambiamenti climatici - in particolare le alterazioni delle temperature superficiali del mare a molte migliaia di chilometri dal Corno d'Africa - sono anche centrali per il disastro umanitario che si sta ora svolgendo in tutta la regione.

I Dipolo dell'Oceano Indiano è un fenomeno climatico che di solito si verifica ogni due anni. È la differenza nelle temperature superficiali del mare tra le aree dell'Oceano Indiano orientale al largo dell'Indonesia e le acque nella parte occidentale dell'oceano, nel Mar Arabico, al largo del Corno d'Africa.

Dr Robert Marchant, lettore di ecosistemi tropicali presso il Università di York, Regno Unito, ha effettuato uno studio approfondito sul dipolo - identificato per la prima volta da un team di ricercatori giapponesi negli ultimi 1990.

"Come El Niño, il dipolo è un'influenza importante sul tempo in un'ampia regione", ha detto Marchant a Climate News Network.

"Il riscaldamento globale significa che, come El Niño, il dipolo dell'Oceano Indiano è diventato più estremo negli ultimi anni"

"Al momento, stiamo uscendo da un evento di dipolo particolarmente forte, con il mare al largo dell'Indonesia di 1 ° C più caldo delle acque a poche migliaia di chilometri a ovest del Corno d'Africa."

Le differenze relativamente piccole nelle temperature dell'acqua in tali aree oceaniche possono avere un grande effetto a catena, afferma Marchant. Le acque più calde nell'Oceano Indiano orientale hanno significato che c'è stata molta più fresca, aria umida nell'atmosfera in quella regione, e questo a sua volta influenza i modelli del vento.

"Il vento è semplicemente l'atmosfera che cerca di uniformare le differenze di temperatura, densità e pressione", spiega Marchant.

"Come parte di questo processo di equalizzazione, un vento caldo e secco soffia verso est dall'Africa attraverso l'oceano, mantenendo lontane le piogge".

I cambiamenti climatici potrebbero esacerbare le condizioni più calde e più secche nel Corno d'Africa.

"Il riscaldamento globale significa che, come El Niño, il dipolo dell'Oceano Indiano è diventato più estremo negli ultimi anni", afferma Marchant. "Nell'Africa orientale le gravi siccità stanno diventando la norma".

Le agenzie di aiuto dicono i periodi secchi diventano sempre più frequenti, con gravi carenze idriche in 2005, 2006, 2008, 2011, 2015, 2016 e ora 2017.

Adattarsi a questi cambiamenti climatici non è facile per milioni di persone che vivono al di sotto o al di sotto della soglia di povertà.

In passato, molte persone guidavano un nomade o transumante (semi-nomade) stile di vita, allevando animali per lunghe distanze alla ricerca di foraggio e acqua. Ma le rotte migratorie tradizionali sono ora spesso bloccate da posti di blocco o conflitti di confine, e da recinzioni attorno a terreni privati.

Risorse idriche stressate

Raccolti in contanti, come fiori in Kenya o la pianta lievemente narcotica qat in Yemen, stanno ulteriormente drenando risorse idriche già gravemente stressate.

Il dottor Marchant dice che un modo per cercare di affrontare la siccità e le condizioni di carestia è di allontanarsi dalle colture sensibili alla siccità come il mais - introdotto nell'Africa orientale nell'17esimo secolo - e invece di piantare colture indigene e più difficili, come il sorgo e la manioca.

In passato, gli scienziati del clima hanno suggerito che, sebbene i cambiamenti climatici nel Corno d'Africa e nella regione circostante avrebbero causato un innalzamento delle temperature, ciò sarebbe stato compensato dall'aumento delle precipitazioni.

Ma un recente studio basato su nuclei di sedimenti risalenti a migliaia di anni fa, estratto dal Golfo di Aden, contraddice questa visione.

Indica che nei periodi della storia della Terra, quando era più freddo, il Corno d'Africa era più umido ed era più secco quando prevalevano condizioni calde. - Climate News Network

L'autore

cooke kieran

Kieran Cooke è co-editore del Climate News Network. Lui è un ex corrispondente della BBC e Financial Times in Irlanda e Sud-Est asiatico., http://www.climatenewsnetwork.net/

libri correlati

Mercato InnerSelf

Amazon

segui InnerSelf su

facebook icontwitter iconicona di YouTubeicona di instagramicona pintresticona rss

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana
enafarzh-CNzh-TWdanltlfifrdeiwhihuiditjakomsnofaplptruesswsvthtrukurvi

ULTIMI VIDEO

La grande migrazione climatica è iniziata
La grande migrazione climatica è iniziata
by Super User
La crisi climatica sta costringendo migliaia di persone in tutto il mondo a fuggire poiché le loro case diventano sempre più inabitabili.
L'ultima era glaciale ci dice perché dobbiamo preoccuparci di un cambiamento di temperatura di 2 ℃
L'ultima era glaciale ci dice perché dobbiamo preoccuparci di un cambiamento di temperatura di 2 ℃
by Alan N Williams, e altri
L'ultimo rapporto dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) afferma che senza una sostanziale riduzione ...
La Terra è rimasta abitabile per miliardi di anni: esattamente quanto siamo stati fortunati?
La Terra è rimasta abitabile per miliardi di anni: esattamente quanto siamo stati fortunati?
by Toby Tyrrell
L'evoluzione ha impiegato 3 o 4 miliardi di anni per produrre Homo sapiens. Se il clima fosse completamente fallito solo una volta in quel ...
In che modo la mappatura del tempo 12,000 anni fa può aiutare a prevedere i futuri cambiamenti climatici
In che modo la mappatura del tempo 12,000 anni fa può aiutare a prevedere i futuri cambiamenti climatici
by Brice Rea
La fine dell'ultima era glaciale, circa 12,000 anni fa, è stata caratterizzata da un'ultima fase fredda chiamata Younger Dryas ...
Il Mar Caspio dovrebbe scendere di 9 metri o più questo secolo
Il Mar Caspio dovrebbe scendere di 9 metri o più questo secolo
by Frank Wesselingh e Matteo Lattuada
Immagina di essere sulla costa, guardando il mare. Di fronte a te ci sono 100 metri di sabbia sterile che sembra un ...
Venere era ancora una volta simile alla Terra, ma i cambiamenti climatici l'hanno resa inabitabile
Venere era ancora una volta simile alla Terra, ma i cambiamenti climatici l'hanno resa inabitabile
by Richard Ernst
Possiamo imparare molto sul cambiamento climatico da Venere, il nostro pianeta gemello. Venere ha attualmente una temperatura superficiale di ...
Cinque incredulità sul clima: un corso accelerato sulla disinformazione sul clima
Le cinque incredulità sul clima: un corso accelerato sulla disinformazione sul clima
by John Cook
Questo video è un corso accelerato sulla disinformazione sul clima, che riassume gli argomenti chiave utilizzati per mettere in dubbio la realtà ...
L'Artico non è così caldo da 3 milioni di anni e questo significa grandi cambiamenti per il pianeta
L'Artico non è così caldo da 3 milioni di anni e questo significa grandi cambiamenti per il pianeta
by Julie Brigham-Grette e Steve Petsch
Ogni anno, la copertura di ghiaccio marino nell'Oceano Artico si riduce a un punto minimo a metà settembre. Quest'anno misura solo 1.44 ...

ULTIMI ARTICOLI

3 lezioni sugli incendi per le città della foresta mentre Dixie Fire distrugge la storica Greenville, in California
3 lezioni sugli incendi per le città della foresta mentre Dixie Fire distrugge la storica Greenville, in California
by Bart Johnson, Professore di Architettura del Paesaggio, Università dell'Oregon
Un incendio in una foresta di montagna calda e secca ha attraversato la città della corsa all'oro di Greenville, in California, il 4 agosto...
La Cina può raggiungere gli obiettivi energetici e climatici che limitano la potenza del carbone
La Cina può raggiungere gli obiettivi energetici e climatici che limitano la potenza del carbone
by Alvin Lin
Al vertice sul clima del leader ad aprile, Xi Jinping ha promesso che la Cina "controllerà rigorosamente l'energia alimentata a carbone...
Un aereo lascia cadere un ritardante di fiamma rosso su un incendio boschivo mentre i vigili del fuoco parcheggiati lungo una strada guardano nel cielo arancione
Il modello prevede uno scoppio di incendi di 10 anni, quindi un graduale declino
by Hannah Hickey-U. Washington
Uno sguardo al futuro a lungo termine degli incendi prevede un'esplosione iniziale di circa un decennio di attività degli incendi,...
Acqua blu circondata da erba bianca morta
La mappa traccia 30 anni di scioglimento estremo della neve negli Stati Uniti
by Mikayla Mace-Arizona
Una nuova mappa degli eventi estremi dello scioglimento delle nevi negli ultimi 30 anni chiarisce i processi che guidano il rapido scioglimento.
Ghiaccio marino bianco in acqua blu con il sole che tramonta riflesso nell'acqua
Le aree ghiacciate della Terra si stanno riducendo di 33K miglia quadrate all'anno
by Texas A & M University
La criosfera terrestre si sta riducendo di 33,000 miglia quadrate (87,000 chilometri quadrati) all'anno.
Una fila di relatori maschi e femmine ai microfoni
234 scienziati hanno letto più di 14,000 articoli di ricerca per scrivere il prossimo rapporto sul clima dell'IPCC
by Stephanie Spera, Assistant Professor di Geografia e Ambiente, Università di Richmond
Questa settimana, centinaia di scienziati di tutto il mondo stanno ultimando un rapporto che valuta lo stato del...
Una donnola marrone con la pancia bianca si appoggia su una roccia e guarda oltre la sua spalla
Una volta che le donnole comuni stanno facendo un atto evanescente
by Laura Oleniacz - Stato della Carolina del Nord
Tre specie di donnole, un tempo comuni in Nord America, sono probabilmente in declino, inclusa una specie considerata...
Il rischio di alluvioni aumenterà con l'intensificarsi del caldo climatico
by Tim Radford
Un mondo più caldo sarà uno più umido. Sempre più persone dovranno affrontare un rischio di inondazione più elevato a causa dell'innalzamento dei fiumi e delle strade cittadine...

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana

Nuovi atteggiamenti - Nuove possibilità

InnerSelf.comClimateImpactNews.com | InnerPower.net
MightyNatural.com | WholisticPolitics.com | Mercato InnerSelf
Copyright © 1985 - 2021 Innerself Pubblicazioni. Tutti i diritti riservati.